Io desidero che tu prosperi in ogni cosa, che tu goda buona salute, così come prospera la tua anima (3Gv2)1 Testimonianze di Fede e Guarigione2 Preghiera di Intercessione3 Video-Corsi di Form-Azione4 Preghiera e Arte5 Consulenza Skype6 Ebook di Form- Azione Spirituale7 Mp3-Risorse Audio8 Dio ama chi dona con gioia9

Discepolato - GerMission- Associazione Gesù è risorto

Vai ai contenuti

Menu principale:

SOSTENERE
4D DISCEPOLATO

TRASMETTERE AGLI ALTRI CIO’ CHE SI VIVE

Trasmetto la Docilità ”Uno solo è il vostro Maestro” (Mt 23,8). Gesù Maestro significa che il discepolo non si lascia guidare dai criteri della società, ma solo dalla Parola e dall'esempio del suo Maestro. “Nessuno che abbia messo la mano all'aratro e poi volga lo sguardo indietro, è adatto per il regno di Dio” (Lc 9,62) Non c’è spazio per i tiepidi. SeguirLo è una scelta. “Voi siete miei amici, se fate le cose che io vi comando” (Gv 15,14).   

Trasmetto il Distacco “Se qualcuno viene dietro a me e preferisce suo padre, sua madre, sua moglie, i suoi figli, i suoi fratelli e le sue sorelle, e la sua stessa vita, a me, non può essere mio discepolo “ (Lc 14,26). Non si tratta di rinunciare alla famiglia ma non deve essere un legame che impedisce di servire liberamente nel Regno. I vincoli di sangue non devono avere la priorità. « Chi non prende la sua croce e mi segue non può essere mio discepolo » (Lc 14,27). E’ necessario morire a se stessi, rinnegarsi, per poter essere discepolo di Gesù. Altrimenti, è vana illusione considerarsi suo discepolo. Il Maestro, al contrario, esige la rinuncia a tutto questo, per poter entrare nella via del discepolato.

Trasmetto la Decima  Gesù, buon Maestro, previene chiaramente i suoi discepoli, affermando che non si può servire a due padroni.  Questa rinuncia volontaria però non è fine a se stessa, ma un mezzo che ci libera per vivere più interamente consacrati al Regno. Non si tratta di essere poveri, ma di essere come Gesù. E’ un cambiamento di mentalità. “L’attaccamento al denaro è la radice di tutti i mali” (1Tim 6,10) Portate le decime intere nel tesoro del tempio, perché ci sia cibo nella mia casa; poi mettetemi pure alla prova in questo, se io non vi aprirò le cateratte del cielo e non riverserò su di voi benedizioni sovrabbondanti. (Mal 3,10-12)

Trasmetto il Discepolato  Quando io vivo e pratico dei principi vitali al seguito di Gesù, NON POSSO e NON DEVO tenerli per me stessa/o. Lo farò prima con le persone a me vicine, il mio prossimo, e poi con tutte le persone che potrò discepolare. Alle persone che vivono nei problemi, so che posso aiutarli concretamente trasmettendo loro i prìncipi eterni della parola di Dio. Così facendo ubbidirò a ciò che mi ha chiesto Gesù: “Perciò andate, fate diventare miei discepoli tutti gli uomini del mondo, insegnando loro ad osservare tutto ciò che vi ho comandato” ” (Mt 28, 18-20)  e ribadito da S.Paolo: “Tu dunque….attingi sempre forza nella grazia che è in Cristo Gesù e le cose che hai udito da me in presenza di molti testimoni, trasmettile a persone fidate, le quali siano in grado di ammaestrare a loro volta anche altri” (2Tim 2,1-2).

Since 1994 - Associazione Gesù è Risorto - GER - Via Camoghè 11 - Cadenazzo Svizzera
Torna ai contenuti | Torna al menu